skip to Main Content

APPROFITTA DELLA PROROGA DEGLI INCENTIVI FISCALI!

La nuova legge finanziaria ha prorogato il termine per usufruire delle detrazioni fiscali del 50% e 65% sulle spese sostenute per le ristrutturazioni e le riqualificazioni energetiche degli immobili.

Nell’ambito della riqualificazione energetica quali interventi sono agevolabili e in quale misura?

Nel caso di sostituzione:

  • caldaie con pompe di calore ad alta efficienza (la caldaia esistente deve essere dismessa oppure lasciata per la sola produzione di acqua calda)
  • caldaie con sistemi ibridi (caldaia+pompa di calore)
  • caldaie con caldaie a biomassa
  • condizionatori
  • impianti fotovoltaici
  • pannelli fotovoltaici per produzione energia elettrica
  • sistemi di accumulo per energia elettrica

così come nel caso di installazione:

  • pannelli solari (termici) per produzione di acqua calda sanitaria e/o riscaldamento ambienti
  • pompe di calore per produzione di acqua calda sanitaria

E’ applicabile un’agevolazione fiscale pari al 50% della spesa complessiva.

L’agevolazione sale al 65% per la sostituzione di caldaie a condensazione + installazione di valvole termostatiche e per le spese direttamente connesse all’intervento (esempio: la realizzazione di impianti a pavimento, sostituzione radiatori ecc.)

Tra le novità è interessante segnalare la possibilità per le persone che rientrano nella  “no tax area” (pensionati, dipendenti, autonomi) di cedere la detrazione fiscale loro spettante per gli interventi di riqualificazione energetica di parti comuni condominiali alle società fornitrici che hanno effettuato i lavori, e l’estensione della detrazione del 65% alle spese per l’acquisto di dispositivi di domotica per il controllo da remoto di impianti di riscaldamento, climatizzazione e produzione di acqua calda.

Quali sono gli adempimenti richiesti?

Per richiedere la detrazione del 50% è necessario presentare una pratica edilizia in Comune a firma del tecnico abilitato prima dell’inizio dei lavori. Per richiedere la detrazione del 65% è necessario trasmettere la pratica all’Enea con l’asseverazione di un tecnico abilitato che dimostri che tutti i requisiti sono stati rispettati.

Per entrambe le agevolazioni è necessario effettuare i pagamenti tramite specifico bonifico bancario o postale che dovrà avere specifica causale, per esempio: “Sostituzione della caldaia con caldaia a condensazione. Intervento previsto dall’art.1 comma 347 Legge n° 296/06, Legge Finanziaria 2007 e 2008. Fattura n° XXXX del giorno-mese-anno. Codice fiscale del beneficiario della detrazione. Il numero di Partita IVA/Codice Fiscale del soggetto a cui si è effettuato il bonifico (ditta installatrice).”

Tutta la documentazione raccolta,  compresa l’asseverazione del tecnico, andrà consegnata al consulente fiscale/caaf in occasione della dichiarazione dei redditi.

La detrazione fiscale verrà  spalmata su 10 anni, con importo totale diviso in 10 rate di uguale importo, che andranno scaricate in dieci anni tramite la dichiarazione dei redditi (modello 730 o Unico). Si ricorda che per usufruire degli incentivi fa fede la data del bonifico bancario o postale, non la data della fattura.

Vuoi saperne di più? Contattaci, il nostro Servizio Clienti è a tua disposizione!

FATTI CONTATTARE

    Acconsento al trattamento dei dati personali come descritto nell'Informativa

    Telefono

    071 2867356

    Call Center

    08.00 – 18.00

    Back To Top